Wonderkids: Benoît Badiashile

Benoit Badiashile ha solo 19 anni, ma può già vantare più di 50 presenze in Ligue 1, tra i primi 5 campionati europei. Alto, mancino e con ottime capacità di passaggio, non c’è da stupirsi che sia uno dei difensori centrali più seguiti d’Europa. A nostro avviso, un miglioramento nella fase difensiva e qualche chilo di muscoli in più lo renderebbero perfetto per affermarsi in un club europeo di alto livello.

Benoit Badiashile Soccerment png

Biografia e stile di gioco

Nel Principato dal 2018

Benoît Badiashile Mukinayi è nato a Limoges, Francia, il 26 marzo 2001. Ha iniziato a giocare a calcio con il Limoges FC, prima di entrare nel SC Malesherbes (Orleans) nel 2008. Otto anni dopo, nel 2016, l’AS Monaco convince i due fratelli Badiashile (il fratello maggiore Loïc è portiere) a trasferirsi nel Principato.

Benoît ha debuttato in Ligue 1 l’11 novembre 2018 contro il PSG (sconfitta per 4-0) e pochi giorni dopo in Champions League contro l’Atlético Madrid.

Ha già ricevuto una convocazione dalla nazionale francese, ma non ha ancora debuttato.

Una fisicità che potrebbe essere ancora più imponente, e un potenziale nei passaggi di altissimo livello

Profilo
Statistiche stagionali
Statistiche avanzate & tool di comparazione

Con i suoi 194 cm di altezza e 75 kg di peso, il fisico di Badiashile è senza dubbio imponente. Tuttavia, qualche chilo di muscoli in più lo aiuterebbe a rendere la sua fisicità ancora più determinante.

In pochi punti chiave, questo è il modo in cui descriveremmo Badiashile:

  • molto bravo a costruire da dietro,
  • usa la sua altezza per vincere i duelli aerei;
  • tuttavia, è ancora carente nel posizionamento difensivo
  • ed è troppo buono (non è abbastanza aggressivo).

Un rapido sguardo al grafico sottostante con i nostri tre Indicatori di Performance (Passaggi, Difesa, Gioco aereo) spiega il nostro punto di vista. Sono stati inclusi tutti i difensori centrali del nostro database che hanno meno di 20 anni.

Come si evince, il punto di Badiashile è inclinato verso il basso a destra del grafico ternario, cioè più vicino agli Indici di Performance di Passaggi e Gioco aereo, piuttosto che a quello di Difesa.

Benoit Badiashile - Diagramma ternario con gli Indici di Performance di Soccerment relativi a Difesa, Passaggi e Gioco aereo.

Passaggi eccezionali

Segnaliamo che in Ligue 1 (poco più di 4.600 minuti al momento in cui scriviamo) Badiashile ha mantenuto una precisione di passaggio del 93.4% nella propria metà e del 78.8% in quella avversaria; entrambi rapporti ben al di sopra della media dei centrali difensivi (rispettivamente 90.2% e 67.5%).

In più, ha raggiunto queste statistiche su un numero di passaggi molto più alto della media (55.7 passaggi accurati per partita, contro la media del 37.2 per il ruolo). Ancora più importante, i suoi notevoli indici di precisione sono raggiunti anche grazie ad una precisione superiore alla media nei passaggi lunghi: Badiashile completa più della metà dei lanci tentati (56.9% contro 46.4%).

Nel grafico sottostante mostriamo la heatmap di Badiashile. È mancino e preferisce giocare sul lato sinistro della difesa, sia in una linea a quattro che in una a tre. I Monegaschi, sotto la guida di Niko Kovač, prediligono la prima opzione, con Badiashile ed il compagno Axel Disasi nel ruolo di centrali. I due si completano abbastanza bene: Disasi è più aggressivo, esplosivo e difensivo, mentre Badiashile è molto più bravo a giocare palla da dietro.

Heatmap di Benoit Badiashile

Questa sua grande capacità d’impostazione fa gola a molti importanti club europei. Sono in molti in Europa a cercare giocatori con questa qualità, il che spiega perché Badiashile sarà verosimilmente cerchiato in rosso sui taccuini di numerose grandi squadre.

L’unica lista in cui, per il momento, appare sicuramente è quella dei difensori d’impostazione nel nostro Player Smart Search. Clicca sul pulsante qui sotto per vedere la lista (è necessaria l’iscrizione gratuita).



Il posizionamento difensivo potrebbe migliorare molto

Cominciamo con i lati positivi: Badiashile mostra una solida percentuale di successo di tackle del 71.9%, che si confronta con la media del 65.8% del ruolo. Tuttavia, i nostri algoritmi gli danno un indice di Difesa di 37, che è abbastanza basso. Il motivo è che la percentuale di successo dei contrasti non racconta tutta la storia, a nostro avviso. Il numero di tackle vinti è infatti ben al di sotto della media, a 0.8 a partita contro la media di 1.1, così come i suoi numeri di azioni interrotte e spazzate P90. A nostro avviso, questi numeri dimostrano che il giocatore spesso non è posizionato come dovrebbe.

La corporatura di Badiashile non gli consente di avere una velocità o un’accelerazione impressionante. Per questo motivo, se vuole eccellere nel difendere alto dovrà migliorare la sua consapevolezza tattica. Anche una maggiore proattività e aggressività non gli farebbero male. Nell’attuale Ligue 1 non ha ricevuto un solo cartellino giallo o rosso. Al confronto, il suo compagno di squadra Axel Disasi ha già ottenuto tre cartellini gialli e due rossi.

La sconfitta per 4-1 dell’AS Monaco contro il Lione è un buon esempio di alcuni di questi problemi, soprattutto nel primo gol del Lione segnato da Memphis Depay. Badiashile si ritrova fuori posizione, lascia Houssem Aouar passargli alle spalle e non riesce ad arrivare abbastanza velocemente su Depay.

La sconfitta dell’AS Monaco’s contro il Lione (4-1)

Qualche chilo in più migliorerebbe le sue statistiche sul gioco aereo

Le statistiche sul gioco aereo di Badiashile sono positive (67.6% di successo contro il 60.7% della media del ruolo), ma potrebbero essere migliori alla luce della sua altezza (194 cm).

A titolo di confronto, Joel Matip del Liverpool è alto 195 cm e mostra una percentuale di successo del 75.9% nei duelli aerei. A parte il posizionamento, la differenza principale sta nella fisicità di Matip: pesa 15 kg in più di Badiashile. E in area di rigore, 15 kg in più di muscoli contano eccome.



Potenziale e prospettive

Il secondo miglior xSPR tra gli under 19, ma parte già in alto

Avendo già giocato più di 4.600 minuti in uno dei primi 5 campionati e ottenuto una buona performance complessiva, Badiashile ha un grande vantaggio nel Soccerment Performance Rating attuale rispetto ad altri giocatori under 19. Si posiziona infatti al primo posto per SPR, con una costante ascesa nelle ultime tre stagioni.

Ecco perché Badiashile è in grado di classificarsi al secondo posto assoluto nel nostro Wonderkids 2021 Outlook, nonostante non abbia mostrato uno dei più alti miglioramenti attesi nei prossimi dodici mesi.

I Monegaschi non stanno andando particolarmente bene in FL1: sono attualmente al sesto posto e lontani dalla lotta per l’Europa. L’età media della squadra è molto bassa: 24.4, pesata per i minuti giocati da ogni membro della squadra.

La collaborazione tra Badiashile e Disasi, invece, sta funzionando abbastanza bene (pochi tiri e tiri in porta concessi) ma il numero di gol concessi è troppo alto (1.5 a partita) per poter essere particolarmente ottimisti sulla seconda metà della stagione. A prima vista, giace proprio qui la più grande debolezza difensiva del Monaco: ha subito più gol del dovuto (27 contro 21 xGA previsti) e la percentuale di interventi decisivi complessiva dei portieri è ben al di sotto della media (57% contro 67%).

Analisi SWOT

PUNTI DI FORZA

– Passaggi (>88% di precisione)
– Gioco aereo (>67% di successo)
PUNTI DI DEBOLEZZA

– Posizionamento difensivo


OPPORTUNITÀ

– Aumentare la massa muscolare muscle (Indice di Massa Corporea < 20)

MINACCE

– Mancata qualificazione all’Europa League

Un trasferimento sembra imminente

All’inizio della stagione in corso, il Manchester United avrebbe fatto un’offerta di €25 milioni per Badiashile, poi respinta dall’AS Monaco. Sembra che anche il Real Madrid e il Manchester City fossero interessati al giovane francese.

In questo momento le voci di trasferimento si sono affievolite, ma crediamo che si ripresenteranno verso la fine della stagione, soprattutto se il trend positivo delle sue prestazioni rimarrà tale. Non escludiamo comunque la possibilità di un trasferimento già a gennaio, in quanto ci sono alcuni club europei di alto livello che stanno lottando contro gli infortuni (Liverpool) e/o che potrebbero essere disposti a fare uno sforzo finanziario supplementare per ottimizzare la squadra in vista del titolo (Liverpool, Manchester United).

Il contratto di Badiashile scadrà a fine giugno 2024. Secondo Capology, guadagna poco meno di €600.000 di stipendio annuo lordo.


Questa analisi è parte del nostro ‘Wonderkids: 2021 Outlook”. Trovi qui il link per il download gratuito. Disponibile anche in versione cartacea.