Wonderkids: Mason Greenwood

L’impatto di Mason Greenwood al Manchester United è stato veloce e imprevedibile come le sue movenze in campo. L’impressionante stagione 2019/20 ha posto l’asticella molto in alto per il giovane inglese, chein questa stagione ha faticato a mantenere il livello di quelle aspettative. Ciò nonostante conserva caratteristiche straordinarie soprattutto per la sua velocità e il suo essere ambidestro, le quali lo rendono una minaccia costante per le difese avversarie. Secondo noi, per completare la sua crescita e diventare un titolare nei Red Devils, dovrà imparare quanto più possibile, e nel minor tempo, dagli attaccanti più esperti del Manchester United.

Mason Greenwood Manchester United Soccerment png

Biografia e stile di gioco

Una famiglia di atleti

Mason Will John Greenwood è nato a Bradford, in Inghilterra, il 1° ottobre 2001. Mason, assieme alla sorella maggiore Ashton, è stato cresciuto dai genitori Andrew e Melanie. I Greenwood sono una famiglia dotata atleticamente: Mason è stato detentore del record britannico nei 100 metri U13 ed Ashton gareggia sui 200 e 400 metri.

Greenwood entra nel Manchester United quando ha solo 6 anni e da allora non smette più di giocare per il club, realizzando il sogno di debuttare con la prima squadra il 6 marzo 2019.

Veloce ed ambidestro

Profilo
Statistiche stagionali
Statistiche avanzate & tool di comparazione

Mason Greenwood, alto 181 cm per un peso di 70 kg (Indice di Massa Corporea di 20.7), è spaventosamente veloce: nella stagione 19/20 ha registrato una velocità massima di 37.6 Km/h, che lo classifica 3° nella Premier League e primo nel Manchester United. La sua velocità, combinata ad una buona tecnica di base, gli consente di superare spesso il suo marcatore (60.7% dribbling riusciti contro il 51.7% di media per gli attaccanti).

Greenwood usa le sue abilità – velocità e consapevolezza degli spazi – per ricevere la palla e tirare, spesso con precisione (2.85 tiri P90 con il 44% di precisione).

Come mostrato nel grafico sottostante, fino al 31 dicembre 2020 Greenwood ha tentato 61 tiri in Premier League da situazioni di palla attiva, con 0.09 xG per tiro. La sua sovraperformance rispetto agli xG (11 gol contro 5.5 xG) è stata eccezionale e deriva da :

  • tiri effettuati dentro e fuori l’area: 8 gol a fronte di 4.8 xG dentro l’area e 3 gol a fronte di 0.7 xG da fuori area;
  • tiri effettuati col mancino (9 gol a fronte di 3.5 xG) ed il destro (2 gol a fronte di 1.2 xG)

Tuttavia, il gioco aereo rimane una sua debolezza: Greenwood vince solo 0.26 duelli aerei a partita con una percentuale di successo del 19.4%. Deve ancora segnare di testa nel calcio professionistico: 0 gol a fronte di 0.7 xG. La sua statura non è imponente ma dovrebbe essere sufficiente affinché faccia meglio di quanto mostrato sinora.

Mason Greenwood Shot map

Le statistiche sui passaggi sono buone: la sua precisione nella metà campo avversaria è alta (83.9% contro il 63.2% di media del ruolo), ma è parzialmente spiegata da un’inclinazione a fare passaggi sicuri (solo il 12.8% dei suoi passaggi sono in avanti, mentre il 31% indietro). Se vuole essere una minaccia offensiva completa, deve riuscire ad aggiungere al suo gioco più passaggi incisivi e con maggiore frequenza: Greenwood crea 0.96 occasioni P90 contro una media di 0.99 per gli attaccanti, ed ha solo 1 assist in Premier League fino ad ora (a fronte di 2.2 Expected Assists).

Un attaccante molto versatile

Greenwood ha giocato prevalentemente come ala destra o centrocampista avanzato destro nel 4-2-3-1 del Manchester United, ma è stato usato anche come attaccante in un 4-2-3-1 oppure in un 4-3-1-2. La sua versatilità ed abilità con entrambi i piedi suggeriscono che potrebbe giocare in entrambi i ruoli o persino sulla sinistra, senza perdere significativamente in efficacia.

Tende a partire largo per poi spostarsi verso il centro per trovare lo spazio per calciare, come suggerisce la sua heatmap.

Mason Greenwood Heatmap

La formazione abituale dello United favorisce questo stile di gioco, visto che il posizionamento tende ad essere particolarmente fluido con diversi giocatori che si scambiano frequentemente la posizione approfittando del fatto che diversi attaccanti dello United hanno caratteristiche simili. Questa somiglianza è dimostrata dai nostri algoritmi e dalle forme simili dei grafici a ragnatela di Greenwood, Rashford e Martial.


Data la sua eccezionale velocità, Greenwood preferisce giocare in campo aperto, con spazio davanti a sé per attaccare la profondità oppure per puntare l’uomo.

È entrato spesso dalla panchina, il che non è l’ideale in termini di continuità ma è preventivabile per un giocatore così giovane in un club così importante. Tuttavia, questo gli permette di sfruttare al massimo la sua velocità e il suo dribbling contro avversari stanchi.

Potenziale e prospettive

Difficoltà a mantenere le aspettative

Greenwood ha già dimostrato di poter giocare a questi livelli: la scorsa stagione ha segnato 10 gol in Premier League in soli 1.312 minuti. Quel che rimane da vedere è se può sostenere simili livelli di performance su un periodo prolungato di tempo.

In questa stagione i suoi numeri sono decisamente peggiorati, anche se il campione di riferimento è più piccolo (624 minuti). Siccome il numero di xG P90 (0.23) è quasi uguale all’anno scorso (0.25), ci aspettiamo che in futuro il suo output offensivo inizi a convergere verso i suoi xG. Tuttavia, dovrà lavorare duro e migliorare altri aspetti del suo gioco se vuole diventare un attaccante d’elite.

Manchester United: pro e contro

Giocare per il Manchester United a una così giovane età ha vantaggi e svantaggi. Il più grande vantaggio è rappresentato dalla possibilita di giocare con (e imparare da) campioni come Edinson Cavani e Rashford. Anche la formazione del Manchester United e lo stile di gioco sono adatti a lui.

Tuttavia, giocare all’Old Trafford significa che la competizione per una maglia da titolare è feroce e la pressione dei tifosi molto alta (anche quando si gioca a porte chiuse). Inoltre, i Red Devils non sembrano mostrare la stessa attenzione allo sviluppo dei propri talenti, come fanno invece altri club.

Analisi SWOT

PUNTI DI FORZA

– Velocità massima eccezionale (>37 Km/h)
– Ambidestro

PUNTI DI DEBOLEZZA

– Gioco aereo (19% di successo)
– Creazione occasioni (<1 occasioni create P90)
OPPORTUNITÀ

– Imparare da campioni con stili di gioco simili e diversi
– Occasioni di vincere titoli
MINACCE

– Non trovare un posto da titolare


Difficile immaginarlo lontano dall’Old Trafford

Avendo giocato tutta la carriera per i Red Devils, è difficile immaginare a breve Greenwood con la maglia di un altro club, per una serie di motivi:

  • ha un contratto fino a giugno 2023 che il club può unilateralmente estendere per un altro anno (secondo Capology, guadagna uno stipendio lordo di circa €2.5 milioni).
  • la sua valutazione di mercato, che si attesta intorno ai €50 milioni, lo rende fuori portata per la maggior parte dei club.
  • Greenwood ha scelto il padre come agente a discapito di altri grandi nomi, cosa che probabilmente aumenta le possibilità di vederlo a Manchester ancora a lungo.

Come prevedibile, Greenwood sta attraversando un calo di prestazioni dopo una sensazionale stagione 2019/20. Dobbiamo ancora vedere come sarà in grado di reagire a periodi avversi prolungati e se riuscirà a rialzarsi in fretta da queste difficoltà. Solo se le cose in campo non dovessero funzionare, allora un trasferimento (magari in prestito?) diventerebbe fattibile.

Greenwood viene dal vivaio del Manchester United e sta realizzando il suo sogno d’infanzia: giocare per la squadra per cui tifa fin da bambino. Proprio come il suo idolo d’infanzia, Wayne Rooney, vorrà segnare a Stretford End per ancora tanti anni a venire.


Questa analisi è parte del nostro ‘Wonderkids: 2021 Outlook‘. Trovi qui il link per il download gratuito. Disponibile anche in versione cartacea.