Wonderkids: Nathan Collins

Nathan Collins, grazie alla sua imponente presenza fisica, sembra a prima vista l’archetipo del difensore vecchio stile. In realtà, le sue statistiche mostrano anche i tratti di un calciatore più moderno. Quello che potrebbe mancargli è l’esperienza in campionati più competitivi e al di fuori del Regno Unito. A nostro avviso, la prossima stagione dovrebbe essere pronto a trasferirsi in una squadra di Premier League dove poter continuare a migliorare. Dopotutto ha già dimostrato di riuscire a perfezionarsi sui pesanti e piovosi campi di Stoke-On-Trent: perché allora non farlo anche sui migliori campi d’Europa?!

Nathan Collins Stoke City Soccerment png

Biografia e stile di gioco

Irlandese, con il calcio nel DNA

Nathan Michael Collins è nato il 30 aprile 2001 a Leixlip, Repubblica d’Irlanda, in una famiglia caratterizzata dalla presenza di calciatori. Il padre di Collins, Dave, ha giocato per il Liverpool e l’Oxford United; suo zio Eamonn ha giocato per Southampton e Portsmouth prima di diventare un agente, mentre suo fratello maggiore Josh gioca per l’University College di Dublino.

Nathan ha iniziato la sua carriera al Cherry Orchard Football Club nel 2006, prima di entrare a far parte dello Stoke City nel gennaio 2016. Ha giocato per gli U18 e gli U23 prima di fare il suo debutto professionistico il 9 aprile 2019 contro lo Swansea.

Nella Championship 2019/20, in una partita contro il Leeds United, Collins ha ricevuto la fascia da capitano diventando il più giovane capitano dello Stoke City.

Molto adatto al calcio inglese

Profilo
Statistiche stagionali
Statistiche avanzate & tool di comparazione

Collins è alto 193 cm e pesa 80 kg, per un Indice di Massa Corporea di 21.5, un fisico impressionante per un 19enne che a 16 anni era già alto 190 cm.

Le caratteristiche fisiche di Collins lo rendono perfettamente adatto al calcio inglese e alla Championship in particolare, dove molte squadre usano la tattica “palla lunga e pedalare”, e quindi l’ottimo gioco aereo di Collins è essenziale. Qui mostra statistiche sopra la media: una percentuale di successi nei duelli aerei del 65.1% (contro la media del 60.7% di un difensore centrale), con 3.3 duelli aerei vinti ogni 90 minuti (contro una media di 1.4 del ruolo) ed è pericoloso anche nell’areaavversaria sui calci piazzati.

Collins sa coprire gli spazi in marcatura e la sua capacità di valutare quando intervenire sull’attaccante è eccellente: questo concorre a dargli un equilibrio tra contrasti e recuperi (5.49 recuperi P90 contro 4.79 di media). Per quanto riguarda i tackle, Collins mostra una percentuale di successo del 76.0% contro la media del 65.8% per il ruolo. Su questo fronte, la sua presenza fisica è chiaramente molto importante.


Le sue statistiche sui passaggi sono ovviamente influenzate dallo stile di gioco diretto dello Stoke (137 passaggi riusciti per partita nella metà campo avversaria contro una media di 149 della Championship): Collins mostra una precisione dei passaggi del 74.1% (contro una media dell’82,0% per il ruolo), con una precisione nei passaggi del 58.3% nella metà campo avversaria (contro la media del 67.5% per il ruolo).

Una rapida occhiata ai nostri indici di Difesa, Gioco aereo e Passaggi per tutti i difensori centrali under 20 nel nostro database è abbastanza utile per descrivere visivamente le statistiche che abbiamo appena descritto: le prestazioni di Collins sono decisamente sbilanciate verso la fase difensiva del gioco ed evidenziano una forte predisposizione ai duelli aerei, mentre il passaggio non è il suo principale punto di forza (anche se, come detto, questo è influenzato dallo stile di gioco dello Stoke).


Passaggio facile da terzino a centrale

Nella stagione 2020/21 Collins è stato schierato 15 volte in Championship (al 31.12.2020) dallo Stoke, il 60% delle quali ha giocato come difensore centrale, principalmente in una difesa a tre, e il 40% come terzino destro in una difesa a quattro. Tuttavia, dato il suo fisico e le sue qualità tecniche, a nostro avviso potrebbe giocare anche come difensore centrale in una difesa a quattro.

Quando gioca come terzino destro Collins mostra buone qualità tecniche, come evidenziato dalla sua percentuale di successo nel dribbling dell’80.0%. Inoltre, anche se non gioca spesso nella metà campo avversaria, quando lo fa mostra ottime capacità come evidenziato dalla sua precisione nei cross del 32%.


Potenziale e prospettive

Quasi pronto per la Premier

Collins è un difensore robusto, che sembra avere già tutte le caratteristiche fisiche e tecniche per inserirsi bene in qualsiasi linea difensiva.

La sua versatilità nel giocare sia come terzino destro che come difensore centrale potrebbe fornirgli ottime opportunità per giocare in contesti più prestigiosi e competitivi, sia a livello di campionato che internazionale, dandogli la possibilità di guadagnare più esperienza e diventare un difensore moderno completo, in grado di contribuire attivamente ed efficacemente ad entrambe le fasi del gioco.

Nella stagione 2020/21 Collins ha giocato 15 partite di campionato con lo Stoke City, 12 delle quali da titolare (al momento di scrivere). Non gli manca la fiducia dei suoi allenatori né i minuti in questa stagione, la prima in cui è stato un titolare regolare.

Il fatto di giocare in Championship – nonostante sia forse il più competitivo e mediatico dei campionati di secondo livello – non gioca a suo favore, così come la mancanza di esposizione continentale (es. Champions League o Europa League) in cui acquisire esperienza e attenzione.

Detto questo, lo Stoke City gli ha sicuramente permesso di svilupparsi in un contesto eccellente, ma per fare il prossimo salto di qualità dovrà giocare in club e in competizioni più importanti.

Secondo il nostro modello xSPR, potrebbe raggiungere un Soccerment Performance Rating di 46.3 in 12 mesi, il che lo renderebbe perfetto per un club di Premier League di metà classifica.

Analisi SWOT

PUNTI DI FORZA

– Tackle (successo > 75%)
– Gioco aereo (successo > 65%)
PUNTI DI DEBOLEZZA

– Non abituato a un gioco basato sul possesso palla
OPPORTUNITÀ

– Il debutto con la nazionale maggiore irlandese sembra vicino
MINACCE

– Rimanere bloccato nella Championship

Il trasferimento in Premier League sembra imminente

Nel maggio 2019 il Manchester United aveva mostrato interesse a garantirsi le prestazioni di Collins, ma alla fine non è stato raggiunto alcun accordo. Invece, il 26 luglio 2019 Collins e Stoke City hanno concordato un’estensione del contratto per la quale il nazionale irlandese U21 rimarrà nel club fino al 30 giugno 2024 (secondo Capology, il suo stipendio annuo lordo supera i 300.000 euro).

Ci aspettiamo che questo sia l’ultimo contratto di Collins con lo Stoke; se il difensore continua a crescere e ad esprimere il suo potenziale, il trasferimento in un club più prestigioso appare inevitabile entro 1-2 anni.

Ciò gioverebbe sia alla crescita del giocatore che alle finanze del club, che otterrebbe una significativa plusvalenza dal trasferimento di un prodotto del vivaio come Collins.

A nostro avviso, il prossimo anno Collins sarà pronto a giocare in squadre di Premier League che prediligono uno stile di gioco diretto, come Newcastle, West Brom e Burnley.


Questa analisi è parte del nostro ‘Wonderkids: 2021 Outlook”. Trovi qui il link per il download gratuito. Disponibile anche in versione cartacea.